Ultimo giorno di pesca 2012 Brenta, Bassano del Grappa

Temolo a ninfa in Brenta a Bassano del Grappa

Scrivo solo ora dato che pubblico il sito in enorme ritardo, ma questo report di pesca risale all’ultimo giorno prima della pausa invernale dell’anno 2012.
Chiamato al rapporto dall’immensa voglia di mettere i waders e gli scarponi, opto per la sessione del pomeriggio.

Canna nel tubo e mosche nel gilet chiedo a Renzo se vuole accompagnarmi per questa ultima giornata di pesca a mosca in Brenta.
La zona prescelta, dopo qualche indecisione, è Brenta zona “Arcon”, arrivati più carichi che mai notiamo qualche PAM intento a posare l’esca su qualche timida bollata, io e Renzo dopo una decina di minuti di osservazione, decidiamo di sondare a ninfa sebbene il sole e la calda giornata.

Ninfe piombate e giù sul fondo dapprima sotto riva, poi più lontani sulle buche, ma poche toccate e piccoli pesci.
Il PAM che era accanto a me smonta l’attrezzatura e prima di lasciare il posto mi dice che a secca poco prima c’era stata una bella schiusa e aveva fatto qualche cattura, peccato non esser riusciti ad arrivare in tempo!
Temolo zona "Arcon" Bassano del GrappaDecido di sondare il suo posto una ventina di metri più a monte, subito sotto la cascatina, sempre a ninfa e qui accade quello che tanto speravo. Un bel temolo ingannato dalla mia imitazione mi da del filo da torcere e dopo qualche minuto riesco a scorgerlo: un bell’esemplare!

 

 

La macchina fotografica ovviamente è a casa ma la tecnologia con il cellulare mi assiste e chiedo a Renzo di farmi la foto di rito 🙂
Davide Zanetti e Renzo a pesca in Brenta Bassano del Grappa
Dopo aver rilasciato il temolo, altre piccole catture si susseguono, decidiamo poi di fare una pausa e quindi di risalire nella zona nokill.
Decidiamo di non perdere altro tempo, i livelli sono veramente bassi e ne approfittiamo per raggiungere spot di pesca difficilmente raggiungibili.

 

Ancora catture per me e Renzo, strepitosi recuperi e rilasci si susseguono. Improvvisamente alzo gli occhi e assisto all’abboccata sull’esca di Renzo che aggancia un treno che in corrente fa piegare la sua Sage! Dopo dei minuti non quantificabili al guadino c’è un bel temolo!

Renzo con temolo in BrentaTutti e due siamo pieni di addrenalina, faccio un paio di foto di rito a Renzo che successivamente va a rilasciare il meraviglioso pesce come di consuetudine!

Che dire, come ultimo giorno di pesca ci siamo davvero divertiti, decidiamo di chiudere così la giornata e tornare alla macchina.

Durante il tragitto manteniamo viva l’emozione della giornata con lo scambio di opinioni sulle imitazioni usate, sui finali, sulla tecnica.

Riporto qui sopra qualche foto della meravigiosa giornata e ringrazio il compagno di avventure per averla trascorsa assieme a me.

Al prossimo anno Brenta, sperando che tu non cambi e che ci possa regalare ancora queste meraviglise giornate di pesca a mosca.

 

Lascia un commento

Powered by Pesca-Mosca.it

This is a demo store for testing purposes — no orders shall be fulfilled. Ignora